5 ore fa

3 note(s)

Prosegue a Milano, negli spazi della Chiesa di San Fedele, la stagione San Fedele Musica 2013 – 2014. Sono proposti momenti di riflessione musicale sui temi del sacro: domenica 27 aprile, dalle 17.00, ci troveremo immersi in un programma di rara intimità, costruito su alcune delle pagine più significative, e in parte di rara esecuzione, scritte per soprano e organo. 
In programma opere di Henry Purcell, Johann Sebastian Bach e Georg Friederich Haendel
Cecilia Farina, organo. Karin Selva, soprano.
Ingresso libero. 
DOVE

Chiesa San Fedele, Piazza San Fedele 4, Milano

INFO

www.centrosanfedele.net, 02-86352231

(Fonte: eventiatmilano.it)

1 giorno fa

4 note(s)

Niente è più legittimo per un moschettiere che combattere per offrire agli uomini una vita migliore in una società più giusta!
Spogliare le ipocrisie, offrire agli uomini una possibilità di levarsi contro gli elementi e acquisire una dimensione più grande di se stessi!
Questo è il mio giuramento!


Un nuovo spettacolo al Teatro Libero di Milano, D’Artagnan, ci racconta un eroe romantico, leale e coraggioso, un uomo intelligente, fidato, onesto, caratterizzato da una vita non corruttibile, non in vendita, non negoziabile. Decisamente poco moderno.
D’Artagnan e i suoi amici sono moschettieri, fedeli al proprio giuramento ma soprattutto fedeli a un’idea, disposti a combattere, spada alla mano e sguardo fiero. Non hanno paura della morte se la morte è la naturale conseguenza delle propria lealtà. Uomini che sanno scegliere e sulla base delle proprie scelte decidere come agire. Uomini d’azione, che sanno usare la furbizia per difendersi e l’intelligenza per attaccare.
Immaginate ora un uomo, con gli stessi ideali e illusioni da moschettiere di D’Artagnan, la stessa arroganza e spavalderia, immerso però nel nostro tempo. Chi sono i re e le regine da proteggere oggi? Qual è l’ideale a cui votare la propria vita? Chi sono i Richelieu che tramano nell’ombra? E quali sono le ombre che ci fanno tremare? Una sola risposta, una sola arma: il rischio! che giustifica il pensiero. Il rischio è l’unica scusa che abbiamo per vivere.
Lo spettacolo non sarà in scena nelle seguenti date: venerdì 25 aprile, lunedì 28 aprile, giovedì 1 maggio, lunedì 5 maggio.
DOVE | QUANDO
Teatro Libero, Via Savona 10, Milano | Dal 23 aprile all’11 maggio 2014
Dal lunedì al sabato ore 21.00, domenica ore 16.00

COSTI
Intero: 21€
Under 26: 17€
Over 60: 13€
Allievi Teatri Possibili con carta TP CARD: 10€

INFO
02.8323126 | biglietteria@teatrolibero.it | http://www.teatrolibero.it/

(Fonte: eventiatmilano.it)

3 giorni fa

12 note(s)

High Quality
A Milano, nell’affascinante contesto monumentale della Basilica di Sant’Ambrogio, dal 25 al 27 aprile prossimo si svolgerà la 2°edizione di Flora et Decora, mostra mercato ad ingresso gratuito con una sezione dedicata al mondo del florovivaismo e una dedicata al mondo dell’arredo e delle attrezzature per il giardino.

L’evento dedicherà quest’anno i suoi proventi al restauro degli affreschi dei sottarchi del presbiterio, opera di un pittore lombardo della prima metà del Duecento. Si tratta dei più antichi affreschi della città di Milano secondi solamente a quelli custoditi nella chiesa di San Simpliciano. 

Sia sabato che domenica, ore 11.00 - 18.00, sarà possibile partecipare a visite guidate all’Oratorio della Passione e ammirare un ciclo di affreschi della scuola di Bernardino Luini. L’iniziativa è a cura dei volontari del FAI - Fondo Ambiente Italiano.

DOVE | QUANDO
Basilica di Sant’Ambrogio, Milano
Dal 25 al 27 aprile 2014
Dalle 10.00 alle 19.00 il venerdì e il sabato. Dalle 10.00 alle 18.00 la domenica.


COSTI
Ingresso gratuito


INFO
http://www.floraetdecora.it/

A Milano, nell’affascinante contesto monumentale della Basilica di Sant’Ambrogio, dal 25 al 27 aprile prossimo si svolgerà la 2°edizione di Flora et Decora, mostra mercato ad ingresso gratuito con una sezione dedicata al mondo del florovivaismo e una dedicata al mondo dell’arredo e delle attrezzature per il giardino.

L’evento dedicherà quest’anno i suoi proventi al restauro degli affreschi dei sottarchi del presbiterio, opera di un pittore lombardo della prima metà del Duecento. Si tratta dei più antichi affreschi della città di Milano secondi solamente a quelli custoditi nella chiesa di San Simpliciano. 
Sia sabato che domenica, ore 11.00 - 18.00, sarà possibile partecipare a visite guidate all’Oratorio della Passione e ammirare un ciclo di affreschi della scuola di Bernardino Luini. L’iniziativa è a cura dei volontari del FAI - Fondo Ambiente Italiano.
DOVE | QUANDO
Basilica di Sant’Ambrogio, Milano
Dal 25 al 27 aprile 2014
Dalle 10.00 alle 19.00 il venerdì e il sabato. Dalle 10.00 alle 18.00 la domenica.
COSTI
Ingresso gratuito
INFO
http://www.floraetdecora.it/

(Fonte: eventiatmilano.it)

5 giorni fa

5 note(s)


L’Hangar Bicocca, dove sono ancora in corso le personali di Cildo Meireles (Installations) e Micol Assael, è aperto anche a Pasqua secondo i consueti orari: dalle 11 alle 23.



Di Meireles apprezzerete senz’altro l’installazione Marulho, descritta dall’artista come “una sorta di realtà virtuale low-tech”. Una rampa di legno allungata sopra una distesa di libri stampati con immagini di acqua: l’installazione è arricchita dal sussurro della parola “acqua”, in 85 lingue differenti, che crea un rumore simile al mormorio delle onde.

Sempre domenica, dalle 15.30, è in programma “Fotomosaico d’artista”, laboratorio ad ingresso gratuito per ragazzi dagli 11 ai 14 anni, della durata di circa 90 minuti.
Potrete create un fotomosaico con i vostri ragazzi, con tante piccole fotografie che nell’insieme daranno un risultato inaspettato!
Prenotazione (obbligatoria) su: http://booking.hangarbicocca.org/schedule/PirelliHangarBicocca/HBKids






Dalle 17.30 sarà invece il turno dei più piccoli con “La volpe e la bambina”, lungometraggio diretto da Luc Jacquet. La storia di una bambina che, nelle sue passeggiate nel bosco, incontra una volpe ed impara a conoscerla e amarla. Ingresso libero e gratuito.

L’Hangar Bicocca, dove sono ancora in corso le personali di Cildo Meireles (Installations) e Micol Assael, è aperto anche a Pasqua secondo i consueti orari: dalle 11 alle 23.

Di Meireles apprezzerete senz’altro l’installazione Marulho, descritta dall’artista come “una sorta di realtà virtuale low-tech”. Una rampa di legno allungata sopra una distesa di libri stampati con immagini di acqua: l’installazione è arricchita dal sussurro della parola “acqua”, in 85 lingue differenti, che crea un rumore simile al mormorio delle onde.

Sempre domenica, dalle 15.30, è in programma “Fotomosaico d’artista”, laboratorio ad ingresso gratuito per ragazzi dagli 11 ai 14 anni, della durata di circa 90 minuti.

Potrete create un fotomosaico con i vostri ragazzi, con tante piccole fotografie che nell’insieme daranno un risultato inaspettato!

Prenotazione (obbligatoria) su: http://booking.hangarbicocca.org/schedule/PirelliHangarBicocca/HBKids

Dalle 17.30 sarà invece il turno dei più piccoli con “La volpe e la bambina”, lungometraggio diretto da Luc Jacquet. La storia di una bambina che, nelle sue passeggiate nel bosco, incontra una volpe ed impara a conoscerla e amarla. Ingresso libero e gratuito.

(Fonte: eventiatmilano.it)

5 giorni fa

4 note(s)

Partiamo dai musei Civici: resteranno aperti il Museo del Novecento, i musei del Castello Sforzesco dove è allestita  la mostra dedicata all’architetto Luca Beltrami, il PAC dove potrete visitare la personale di Regina José Galindo (foto in alto, apertura dalle 9.30 alle 19.30).

Aperte anche le Gallerie d’Italia, in piazza Scala 6, con “Oltre. Le soglie dell’invisibile”. Un itinerario artistico tra le forme con cui il divino incontra la vita dell’uomo e la sua aspirazione all’infinito, con opere contemporanee (Lucio Fontana su tutti) e non solo. Ingresso gratuito, apertura 9.30-19.30
Per chi ama l’arte, Milano regala tantissime mostre temporanee che saranno accessibili anche durante il periodo pasquale. Resteranno aperte sia il 20 che il 21 le mostre a Palazzo Reale: Klimt. Alle origini del mito, la personale su Kandinskij e la mostra su Piero Manzoni (accessibili dalle 09.30 alle 19.30).
La mostra dedicata a Bernardino Luini sarà invece accessibile, durante le festività, solo lunedì 21 dalle 09.30 alle 19.30. Il costo del biglietto per le mostre Palazzo Reale  è di 11 euro (9,50€ il ridotto)
.
In Hangar Bicocca, dove sono ancora in corso le personali di Cildo Meireles (Installations) e Micol Assael, si potrà accedere nella sola giornata di Pasqua secondo i consueti orari: dalle 11 alle 23.
Di Meireles apprezzerete senz’altro l’installazione Marulho, descritta dall’artista come “una sorta di realtà virtuale low-tech”. Una rampa di legno allungata sopra una distesa di libri stampati con immagini di acqua: l’installazione è arricchita dal sussurro della parola “acqua”, in 85 lingue differenti, che crea un rumore simile al mormorio delle onde. Restiamo in Hangar Bicocca per segnalarvi “Fotomosaico d’artista”, laboratorio ad ingresso gratuito per ragazzi dagli 11 ai 14 anni, in programma domenica pomeriggio dalle 15.30 (durata di circa 90 minuti). Potrete create un fotomosaico con i vostri ragazzi, con tante piccole fotografie che nell’insieme daranno un risultato inaspettato!
Prenotazione (obbligatoria) su: http://booking.hangarbicocca.org/schedule/PirelliHangarBicocca/HBKids
Sempre l’Hangar Bicocca, domenica dalle 17.30, sarà il turno dei più piccoli con “La volpe e la bambina”, lungometraggio diretto da Luc Jacquet. La storia di una bambina che, nelle sue passeggiate nel bosco, incontra una volpe ed impara a conoscerla e amarla. Ingresso libero e gratuito.

(Fonte: eventiatmilano.it)

5 giorni fa

7 note(s)

High Quality
Pasqua e pasquetta fuori porta: domenica e lunedì tour della città di Pavia 
Una gita fuori porta direzione Pavia dove  domenica 20 aprile la Cooperativa Oltre Confine organizzerà un tour della città alla scoperta dei suoi monumenti più famosi: Ponte Coperto, basilica di S. Michele Maggiore, piazza Duomo, piazza della Vittoria, Università e torri medievali, basilica di S. Pietro in Ciel d’Oro. 

Appuntamento ore 16 - Ponte coperto (lato città) 
Info: tel. 0382.995461 - mail@vieniapavia.it

Lunedì 21 aprile alle ore 16 (incontro presso Piazza San Michele - lato basilica) verrà invece proposta una visita guidata al quartiere di S. Michele, ricco di storia e suggestioni, a partire dalla narrazione dell’ingresso di re Alboino a Pavia e dalla leggenda della nascita della colomba di Pasqua. La visita è organizzata da Cooperativa Progetti (per info tel. 0382.530150 - info@progetti.pavia.it) 

Pasqua e pasquetta fuori porta: domenica e lunedì tour della città di Pavia

Una gita fuori porta direzione Pavia dove  domenica 20 aprile la Cooperativa Oltre Confine organizzerà un tour della città alla scoperta dei suoi monumenti più famosi: Ponte Coperto, basilica di S. Michele Maggiore, piazza Duomo, piazza della Vittoria, Università e torri medievali, basilica di S. Pietro in Ciel d’Oro.

Appuntamento ore 16 - Ponte coperto (lato città)

Info: tel. 0382.995461 - mail@vieniapavia.it

Lunedì 21 aprile alle ore 16 (incontro presso Piazza San Michele - lato basilica) verrà invece proposta una visita guidata al quartiere di S. Michele, ricco di storia e suggestioni, a partire dalla narrazione dell’ingresso di re Alboino a Pavia e dalla leggenda della nascita della colomba di Pasqua. La visita è organizzata da Cooperativa Progetti (per info tel. 0382.530150 - info@progetti.pavia.it

(Fonte: eventiatmilano.it)

1 settimana fa

1 note(s)

Nell’ambito della Primavera di Milano, iniziativa promossa dal Comune di Milano, la Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente, ha inaugurato la settimana scorsa a Milano la mostra “Nati nei ’30. Milano e la generazione di Piero Manzoni”.

In occasione dell’antologica di Piero Manzoni a Palazzo Reale, la rassegna propone una ricognizione della generazione di artisti milanesi di nascita o di adozione, nati fra il 1930 e il 1939, e quindi appartenenti alla generazione di Manzoni.

Si tratta di una generazione nata tutta durante il fascismo; che conosce da vicino la guerra e la guerra civile, anche se non vi partecipa direttamente; che sente come patria l’Europa e l’America, non l’Italia sconfitta, ma trova i maestri più condivisi in Lucio Fontana e, in misura minore, in Munari.

Sessanta artisti e sessanta opere documentano l’effervescente clima milanese degli anni Sessanta-Settanta, la stagione artistica successiva al realismo, all’informale, al realismo esistenziale. La mostra prosegue poi addentrandosi nel clima postinformale dei primi anni Sessanta, attraverso esponenti di “Azimuth”, dell’arte cinetica e programmata, del gruppo del Cenobio. Documenta quindi le ricerche degli esponenti della figurazione vicina alla Pop Art e della pittura analitica, soffermandosi infine sulle ricerche concettuali e sulla poesia visiva.

Grande attenzione è dedicata alla scultura, rappresentata dai principali artisti nati fra il 1930 e il 1939 e attivi a Milano. La mostra però non vuole essere una ricognizione per “gruppi” ma per individualità e vasto spazio è dedicato anche a figure che si muovono individualmente nel panorama del periodo.

Accompagna l’iniziativa un catalogo Skira con testi delle curatrici, biografie ragionate a cura di Lorella Giudici e Luca Cavallini e dichiarazioni di poetica degli artisti a cura di Elisabetta Staudacher.

Il progetto allestitivo della mostra è realizzato da Massimo Negri dello studio DNPR. In concomitanza alla mostra e a corollario della stessa si terrà una serie di incontri di approfondimento sul fermento culturale milanese tra gli anni Sessanta e gli anni Ottanta e sull’influenza di quel periodo sul clima artistico di oggi, a cura di Rosella Ghezzi e Chiara Vanzetto.

DOVE | QUANDO

Milano, Museo della Permanente, via Filippo Turati 34

Fino al 15 giugno 2014

da martedì a domenica 10.00-13.00 e 14.30-18.30;

chiuso tutti i lunedì e il 1° maggio

COSTI

biglietto di ingresso 5€ intero; 3€ ridotto 

INFO

02 6551445

(Fonte: eventiatmilano.it)

1 settimana fa

2 note(s)

High Quality
Anche la primavera ha le sue stelle cadenti. Sono le Liridi, sciame meteoritico originato dalla cometa Thatcher visibile dal 15 al 28 aprile. I giorni di massima intensità saranno il 22 ed il 23 aprile quando, condizioni meteorologiche permettendo, si potranno osservare fino a 20 stelle cadenti all’ora 

Le Liridi prendono il loro nome dalla costellazione della Lira la cui stella più luminosa è Vega che, in Aprile, sorge ad est poco prima delle 24. Per osservare le Liridi, quindi, si può provare a concentrarsi verso la zona del radiante (quindi ad est) allargando però lo sguardo verso nord-est perché le meteoriti si irradiano verso tutto il cielo.

Anche la primavera ha le sue stelle cadenti. Sono le Liridi, sciame meteoritico originato dalla cometa Thatcher visibile dal 15 al 28 aprile. I giorni di massima intensità saranno il 22 ed il 23 aprile quando, condizioni meteorologiche permettendo, si potranno osservare fino a 20 stelle cadenti all’ora 

Le Liridi prendono il loro nome dalla costellazione della Lira la cui stella più luminosa è Vega che, in Aprile, sorge ad est poco prima delle 24. Per osservare le Liridi, quindi, si può provare a concentrarsi verso la zona del radiante (quindi ad est) allargando però lo sguardo verso nord-est perché le meteoriti si irradiano verso tutto il cielo.

(Fonte: eventiatmilano.it)

1 settimana fa

2 note(s)

Fino al 20 luglio 2014, Hangar Bicocca ospita “Cildo Meireles - Installations”, una mostra a cura di Vicente Todoli, organizzata da Hangar Bicocca in collaborazione col Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia di Madrid e col Museu de Arte Contemporanea de Serralves di Porto. Nato nel 1948 a Rio de Janeiro, dove oggi vive e lavora, Cildo Meireles è uno dei più importanti e celebrati artisti del secondo dopoguerra. Considerato uno degli iniziatori dell’arte concettuale, Meireles è una figura estremamente più complessa, la cui opera spazia tra linguaggi e ambiti differenti.

La personale comprende 12 tra le più importanti installazioni realizzate dall’artista tra il 1970 e oggi. Tra i primi a sperimentare, fin dagli anni 60, installazioni immersive e multisensoriali che richiedono il totale coinvolgimento del pubblico, Cildo Meireles affronta tematiche sociali e culturali attraverso opere che rivelano pienamente il loro significato solo nel momento in cui sono attraversate, coinvolgendo oltre alla vista, anche l’udito, il tatto, l’olfatto e addirittura il gusto.
Tra le installazioni presenti in Hangar Bicocca, segnaliamo Através, una delle opere più imponenti dell’artista: una grande struttura attraversabile a forma di labirinto, costituita da un assortimento di materiali eterogenei utilizzati come barriere che rendono difficoltoso il passaggio attraverso l’installazione.
ORARI WEEKEND
dal venerdì alla domenica 11.00-23.00
INFO
http://www.hangarbicocca.org/

(Fonte: eventiatmilano.it)

1 settimana fa

3 note(s)

Si inizia sabato 12 alle 11 e si termina domenica 13 alle 17 per la maratona organizzata da Wired Italia, con gli sponsor Audi, D-Share e Enel sul tema Smart People & Smart Cities presso il Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci di Milano. 
Durante le due giornate si potrà partecipare a convegni in cui incontreremo le persone che hanno rivoluzionato le città in cui vivono, smart people e city manager che si sono impegnati a creare le città del futuro, un Hackathon, una maratona di intelligenza in cui 200 ragazzi riceveranno un brief dalle aziende partner Enel e Audi, per la realizzazione di un progetto di trasformazione degli spazi urbani e del modo di viverli attraverso la tecnologia. Le idee migliori verranno premiate alla fine del convegno.
Non mancheranno laboratori per famiglia e un grande serata danzante sabato sera. 
Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito previa registrazione
 Info sul programma e modalità di partecipazione qui.
PROGRAMMA DEI LABORATORI DI DOMENICA qui